Finestre a Risparmio Energetico

FINESTRE A RISPARMIO ENERGETICO

Dalle finestre viene disperso il 22% di energia impiegata nelle abitazioni e in Italia la percentuale aumenta fino al 30-40% per molti edifici costruiti negli anni Settanta. Infatti il consumo residenziale in Italia è responsabile del 40% degli usi finali dell'energia. Ipotizzando un costo medio annuo per il riscaldamento di 3000 euro, il costo della dispersione dalle finestre a risparmio energetico dotate di vetri basso emissivi sarebbe pari a soli 360 euro contro i 1020 euro con vetri tradizionali.

Le finestre a risparmio energetico con vetri termoisolanti fanno sì che le temperature superficiali del telaio e del vetro si avvicinino a quella dell’ambiente interno, evitando sgradevoli sbalzi climatici.

Un posizionamento strategico delle finestre, anche quelle non a risparmio energetico, tenendo conto dell’orientamento nord-sud delle pareti e delle falde del tetto, permette di ottenere un’ottimale ventilazione naturale.

Un ulteriore contributo è dato dall’applicazione di persiane e tende esterne che contribuiscono a trattenere il calore nei mesi invernali e a proteggerci dal caldo dei mesi estivi.

Per facciate sud particolarmente esposte al sole, magari in aree climatiche calde, è tuttavia necessaria una particolare protezione dal surriscaldamento degli ambienti interni per abbattere i costi energetici di climatizzazione.

Le finestre a risparmio energetico dotate di vetro basso emissivo sono la soluzione ottimale per il risparmio energetico e per un buon isolamento termico al fine di ottenere elevate prestazioni di isolamento energetico.

Si tratta di una particolare tipologia di vetro caratterizzata da una pellicola di ossidi di metalli, che sono in grado di migliorare notevolmente l'isolamento termico e di conseguenza avere maggior risparmio energetico ed economico sulla bolletta, senza cambiare la caratteristica di trasmissione della luce.

I vetri basso emissivi sono di altissima qualità e grazie ad uno speciale coating metallico riescono quasi a duplicare la capacità di isolamento rispetto ad un comune vetro, in quanto consentono di riflettere l'energia dei corpi "caldi" dell'edificio – come caloriferi, riscaldamento, luci, o le stesse persone – e di eliminare di conseguenza la possibilità di dispersione di calore verso l'esterno.

La trasparenza del vetro garantisce comunque il passaggio dei raggi solari, in questo modo si ottiene un ulteriore guadagno di calore e ovviamente maggiore luminosità oltre che neutralità estetica.

Le finestre a risparmio energetico che utilizzano vetri caratterizzati da un notevole fattore solare ed elevata trasmissione luminosa consentono non solo di limitare l'uscita del calore dagli ambienti interni della casa, ma anche di favorire l'entrata di luce e di "energia/calore solare".

In inverno la loro caratteristica d'irraggiamento solare è più che positiva, in estate, invece, si possono avere problemi per il raffrescamento, soprattutto a certe latitudini e per quelle abitazioni che hanno grandi superfici vetrate. Per questo motivo i vetri basso emissivi sono ideali per le facciate rivolte a nord o per case in climi freddi – temperati.

Finestre a Risparmio Energetico

Finestre a Risparmio Energetico